• I consumabili: quali scegliere per la propria stampante?

    Le stampanti a getto d’inchiostro e laser hanno necessità molto differenti per quanto riguarda i consumabili: scegliere tutto in modo ottimale, è questione tutt’altro che semplice.

    Non valutare solo il costo dell’apparecchio

    Di fronte alle offerte più allettanti che circolano sul mercato, spesso, è facile lasciarsi tentare dall’acquisto di una periferica di stampa a prezzi stracciati: in realtà, però, una stampante può poi avere un costo non indifferente con la sostituzione delle cartucce o dei toner. Proprio a questo proposito, si può indubbiamente scegliere le cartucce compatibili non originali per risparmiare qualche euro, tuttavia, questa opzione dev’essere analizzata tenendo conto dei pro e dei contra. In linea di principio, infatti, sarebbe decisamente più interessante scegliere a priori un apparecchio che non risulti essere molto oneroso in termini di costi di manutenzione, esercizio e gestione ordinari. Tuttavia, non si può negare che, talvolta, alcuni apparecchi – soprattutto quelli multifunzione – possano rappresentare una soluzione davvero fin troppo flessibile ed efficace per rinunciarvi, a prescindere dall’onere rappresentato dall’acquisto e sostituzione dei consumabili. A questo proposito, infatti, non si può non rammentare che sul mercato sono disponibili prodotti di diverso tipo, non necessariamente soltanto quelli originali: e le soluzioni cosiddette alternative, permettono di contenere i costi sostenuti per i consumabili. A questo proposito, nelle prossime righe daremo uno sguardo alle caratteristiche delle singole tipologie di cartucce o toner che si possono comprare sul mercato, in funzione delle proprie esigenze personali.

    I vantaggi e gli svantaggi dei diversi tipi di consumabili

    La prima categoria di cartucce e di toner che si può reperire pressoché ovunque, è ovviamente rappresentata da quella degli originali. Come suggerisce la denominazione stessa, si tratta di prodotti consumabili che sono realizzati dalle stesse case madri che si preoccupano di progettare e realizzare le periferiche di stampa. In quanto sviluppati dagli stessi brand, son consumabili che godono ovviamente di tutte le garanzie del caso per quanto riguarda l’assenza di difetti di fabbricazione e di compatibilità con i device. La qualità della resa cromatica è ovviamente molto elevata e, per beneficiare di tutti questi vantaggi, va da sé che pure il prezzo di acquisto è superiore rispetto ai consumabili compatibili o rigenerati. A proposito di toner e cartucce di tipo compatibile, come suggerisce il nome stesso, si tratta di prodotti non realizzati dalle rispettive marche di periferiche di stampa. Se di buona qualità, sono comunque un’alternativa a prezzi accessibili per ottenere stampe di buona qualità ad un costo unitario della pagina un po’ inferiore. Per evitare acquisti insoddisfacenti, è importante verifica tuttavia l’effettiva compatibilità con il firmware del proprio apparecchio. La seconda tipologia di acquisto alternativo è invece rappresentata dai consumabili rigenerati. In questo caso, si tratta di involucri di cartucce e toner dei marchi originali che vengono riempiti con inchiostro o polvere di produttori terzi. Questa soluzione coniuga sostenibilità e convenienza: tuttavia, anche in questo caso, è importante accertarsi che la propria stampante riconosca correttamente il prodotto, senza problemi di compatibilità con il firmware.

    Quale consumabile scegliere per la propria periferica di stampa?

    Giunti a questo punto, è inevitabile domandarsi – dopo queste brevi ma concrete considerazioni – quali siano i consumabili più indicati per il proprio dispositivo di stampa. Una scelta dettata dalla ricerca di un buon rapporto tra la qualità e il prezzo di ogni pagina stampata, può ricadere indubbiamente sui consumabili compatibili o rigenerati. A patto di verificare la qualità del prodotto ed acquistarlo da un fornitore affidabile, pronto a sostituire il prodotto in caso di problemi di compatibilità. Per godere di un servizio di assistenza completo, nonché di garanzie precise contro difetti di fabbrica e sul riconoscimento senza problemi del consumabile, invece, è meglio optare per toner e cartucce originali.

    Post Tagged with