• La spiaggia incontaminata di Punta Cirica in Sicilia

    La zona sud-orientale della Sicilia è costellata di tanti piccoli angoli di “paradiso terrestre”: location pressoché incontaminate in cui le spiagge sono tanto pulite quanto accoglienti e le acque del mare sono estremamente limpide, ideali per fare il bagno anche con i bambini. Ma quali sono questi luoghi da non perdere?

    Baia Samuele

    Il Club Baia Samuele è il posto ideale in cui trascorrere vacanze impossibili da dimenticare nella zona sud-orientale della Sicilia. Non si pensi di avere a che fare con il classico villaggio turistico, anche perché un villaggio turistico non è: lo dimostra la disponibilità di una piscina caraibica, di una vasca idromassaggio, di una piscina semi olimpionica, di un mini club, di un fotografo, di una sala conferenze, di un centro congressi, di un’area wifi, di un parcheggio interno, di un baby club, di una nursery, di ampie zone solarium e di un servizio pediatrico ambientale. Le sistemazioni, poi, offrono tutti i comfort che si possono desiderare: basti pensare ai cottage, inseriti nella natura verdeggiante di giardini e prati e disposti su due piani, che offrono agli inquilini una cassaforte, un asciugacapelli, un telefono privato, un ventilatore a pale, un minifrigo, una veranda o un balcone e l’aria condizionata.

    Punta Cirica

    Nota anche con il nome di Punta Ciriga, la spiaggia di Punta Cirica può essere considerata come una delle più piacevoli e delle più invitanti di tutto il litorale ibleo, se non addirittura della Sicilia intera. Percorrendo questo tratto di costa ci si può imbattere in numerose calette di piccole dimensioni dominate dal tufo bianco delle scogliere, con le acque cristalline del mare che regalano sensazioni davvero piacevoli. Poco più lontana, ecco Punta Castellazzo: nel percorso che è necessario attraversare per giungervi si superano diverse spiagge, anche di piccole dimensioni. Alcune di queste sono piuttosto ampie e si affacciano sul mare, mentre altre sono protette dagli scogli e chiuse all’interno di insenature protette: insomma, ognuno può vedere soddisfatti i propri gusti e trovare la soluzione che predilige.

    I faraglioni

    Il mare che si osserva davanti alla spiaggia di Punta Cirica è costellato di numerosi faraglioni, tra i quali il più celebre è lo Scoglio Iannazzo: come gli altri, si è staccato dalla costa ma ha resistito alla forza del mare. In tutto, ci sono un paio di chilometri di costa, lungo i quali si alternano falesie – che raggiungono un’altezza compresa tra i cinque e i dieci metri -, grotte naturali e spiagge con sabbia dorata.

    Il contatto con la natura

    Coloro che non possono rinunciare al contatto con la natura trovano massima soddisfazione facendo il bagno o prendendo il sole a Punta Cirica, con gli arbusti che coprono la scogliera e, più in generale, la vegetazione mediterranea che fa bella mostra di sé. Per arrivare alle spiagge è indispensabile percorrere dei sentieri ripidi e delle scalinate, ma non è niente di troppo impegnativo: un piccolo sacrificio che vale la pena di compiere per entrare in una specie di eden siciliano, un luogo in cui il tempo pare non scorrere. Un piccolo villaggio di case lasciate a sé stesse da chissà quanto tempo e il parcheggio a disposizione degli automobilisti sono i soli segni della presenza dell’uomo.

    Nei dintorni

    Un’altra spiaggia che merita di essere scoperta nei dintorni è quella di Porto Ulisse, così denominata perché pare che sia stato questo il tratto di mare in cui giunse Ulisse con la sua flotta. L’arenile di cui possono beneficiare i bagnanti è molto ampio, mentre i fondali sono bassi: un tempo ideali per tirare a secco le navi, oggi perfette per i bambini che vogliono fare il bagno senza rischi.