• La logistica dei cosmetici

    La logistica dei cosmetici richiede una serie di accorgimenti che derivano dalla delicatezza dei prodotti trattati: accorgimenti che hanno a che fare, per esempio, con gli imballaggi, e più in generale, con la necessità di eseguire dei trasporti sicuri e una movimentazione che non comprometta le caratteristiche e le proprietà degli articoli di beauty care. Lo sviluppo e la messa in atto delle pratiche di logistica cosmetici presuppongono attenzioni speciali, dunque, soprattutto per ciò che riguarda lo stoccaggio e la distribuzione: per esempio, è importante poter disporre di ambienti che siano coibentati in maniera adeguata, e più in generale poter usufruire di locali che siano sottoposti a controlli il più possibile rigorosi e restrittivi.

    Particolare attenzione, nell’ambito della logistica cosmetici, deve essere riservata agli imballaggi, che devono essere concepiti al fine di garantire la conservazione e la protezione dell’integrità degli articoli. TML è un’azienda che vanta una grande esperienza in questo ambito, come si può dedurre navigando sul sito www.tmlsrl.com, e tra l’altro mette a disposizione, al di là del pacchetto logistico consueto, dei servizi supplementari, tra i quali la preparazione di kit personalizzati dal consumatore finale, ma anche il riconfezionamento, l’aggiornamento dei foglietti illustrativi, la preparazione di kit personalizzati per l’esposizione e il kittaggio.

    Le regole da rispettare

    Naturalmente, l’aspetto normativo in questo ambito è molto importante, dal momento che ci sono regole specifiche per i cosmetici: a essi, per esempio, non si applicano il Regolamento REACH e il Regolamento CLP per la classificazione e l’etichettatura di sostanze e miscele pericolose, mentre devono essere rispettate le norme che riguardano il trasporto di merci pericolose. A questo proposito, è opportuno notare che i cosmetici non sono considerati in quanto categoria merceologica, ma quello che conta è la loro pericolosità intrinseca per l’applicazione. Insomma, le aziende che si occupano della produzione, della messa in vendita o della distribuzione dei prodotti cosmetici devono tenere conto della normativa relativa al trasporto delle merci pericolose, dalla quale sono coinvolte anche se solo in misura parziale.

    Il trasporto di cosmetici non può che essere organizzato secondo soluzioni differenziate e studiate a seconda della tipologia di prodotto: dai profumi agli articoli naturali, dai cosmetici per la cura a quelli da trucco, ognuno di essi ha caratteristiche differenti ed esigenze diverse che devono essere rispettate, al fine di non compromettere la loro sensibilità. La gestione di quantità di prodotti consistenti è solo uno degli aspetti da valutare, insieme con il bisogno di procedure di carico e di scarico appropriate e la necessità di temperature adeguate. Oltre a ciò, è sempre opportuno verificare che tutti i subappaltatori che sono chiamati in causa siano in possesso dei certificati e delle licenze che i clienti richiedono. La prestazione dei servizi di logistica e di trasporto, in conclusione, per i cosmetici richiede attenzioni costanti, con modalità di consegna rapida ed il più possibile efficaci.

    Post Tagged with , ,